ottimizzazione dei motori di ricerca di presentare il sito Email Extractor

La famiglia Schild ha una lunga storia nella regione del South Australia, dove gli immigrati venuti dalla Polonia nel 1866. Dopo decenni come gli agricoltori della regione Mallee dura, il visionario Ben Schild ha acquisito nel 1952 Three Springs Farm nell'estremo sud della zona Lyndoch Barossa riuniti che a suo parere le condizioni ideali per praticare l'agricoltura sostenibile, compresa la viticoltura. Dopo la morte di Ben, nel 1956, suo figlio Ed Schild ha preso immediatamente la proprietà di 16 ettari e approfittando dei tempi di depressione della viticoltura locale, elegantemente acquisito vigneti eccezionali nella regione fino a un totale di 154 ettari oggi Schild Immobiliare Barossa. Prima solo i produttori e fornitori di uve "premium", nato nel 1988 con il primo vino etichetta Schild, solo 450 casi contro 3.500 attualmente redatti.

Michael Schild, figlio di Ed, coordina attentamente la gestione di tutti e sei i vigneti di famiglia, alcuni come Moorooroo con vitigni Shiraz 150 anni e impiega la filosofia del minimo intervento e minimale irrigazione, destinando solo il 10% di tutti uve raccolte le etichette di Schild Estate.

Barossa Valley è la regione più antica del vino in South Australia di alta qualità, nel cuore del paese del vino in crescita, Shiraz e la sua una delle più iconiche al mondo. Il clima è mediterraneo, con forte insolazione, maggiore massima diurna tra le regioni vinicole del South Australia e scarse precipitazioni di 500 millimetri di pioggia, concentrate in inverno. I suoli variano da marrone argilla-argilla e terriccio sabbioso suolo grigio, sempre con relativamente bassa fertilità. La viticoltura tradizionale "cespuglio potatura" o condurre cespuglio e irrigazione strettamente controllato o completamente evitato, in alcuni casi, limitano la produttività e perfezionare l'espressione dei vini di Barossa.

La reputazione dei vini di Schild è stato costruito da impegno della famiglia di trasmettere attraverso il suo bianco e rosso il meglio del suo patrimonio invidiabile di vigneti, una incessante ricerca della complessità, "bevibilità" e particolarità nei suoi vini, puramente Barossa .

Valutazione personale: ST (90) = Molto buono

Rosso rubino visivo, aromi di frutta rossa caricata come ciliegia e fragola, alternando con pepe, chiodi di garofano e floreali. Il palato molle, di medio corpo, ripete il carico di frutta, molto intenso e saporito. La sua acidità è molto buona, liberando la freschezza con buon retrogusto piacevole e lungo.

Australia - Barossa - 100% Syrah - 14,7% - 12 mesi in botti di rovere - importatore Decanter

Seguite il blog Living Life su Twitter

La storia della viticoltura in Ribatejo, Portogallo, perso nel tempo, in quanto l'esistenza di viti in Ribatejo è nazionalità molto precedente, come testimoniano i papiri manoscritti ingialliti, di epoca romana che sono stati i principali presentatori della cultura è venuto in questa Regione.

La sua area geografica corrispondente alla Denominazione di Origine Controllata Ribatejo, copre l'area di tutti i suoi sub-regioni: Almeirim, Carterton, Chamusca, Coruche, Santarém e Tomar, il 21 marzo 2000. Prima di tale data, ciascuna delle sub-regioni corrispondeva ad un DPI indipendente.

Il vino degustato è il conte di Vimioso subregione Almeirim firmato da João Portugal Ramos grande nome dell'industria del vino del Portogallo, consulente enologo e dal 1992 come imbottigliatore produttore. La regione di Alentejo è stato scelto per produrre i loro primi vini, e dopo molte etichette di successo è venuto il Ribatejo, con l'obiettivo primario di ingrandire i vini di questa regione promettente.

Nato nel 2004 Falua vostro progetto con i servizi più moderni dotati delle più moderne attrezzature, in cui João Portogallo porta uve dei migliori vigneti del Tago - Ribatejo nuova denominazione - per trasformarli in vini di classe mondiale.

Valutazione personale: ST (90 +) Molto buono

Luminoso, aromi visivi viola primarie che piace anche a mostrare una certa complessità, menta, pepe, fiori, frutta nera con una dolcezza appena a destra. Al palato è elegante, morbido, conferma il naso, con note di pepe e menta, vivace acidità, sapido e lungo finale.

Portogallo - Ribatejo - 50% Touriga Nacional, 30% Aragones, 20% Cabernet Sauvignon - 14,5% - Importatore Decanter - www.falua.net

Seguite il blog Living Life su Twitter

Più un vino degustato la confraternita nel fine settimana. Questa volta parlo un po 'di figuers Clos Priorat 2000, una regione spagnola di Priorat, preparato da cantina Clos Figueras , con uve Garnacha, Cariñena, Syrah e Mourvedre. Subisce microvinicação in botti di rovere da 500 litri e poi riposa per 13 mesi in botti di rovere da 225 litri. Uno dei vini del mio amico preferito Robert Parker ... lol.

La regione del Priorat è la seconda più bassa DO Catalunya, ma ha una delle migliori reputazioni. Montuosa, inaccessibile, è una delle grandi nuove regioni per il vino rosso, che si trova nel nord della Spagna.

La prima testimonianza registrata della coltivazione della vite e la produzione del vino, risalente al 12 ° secolo, quando i monaci di Scala Dei Certosa, fondata nel 1163, ha introdotto l'arte della vinificazione nella regione.

Nel tardo 19 ° secolo, la peste fillossera
che devastò i vigneti che causano la rovina economica e la forte emigrazione della popolazione. Prima della fillossera colpì, Priorat si suppone di aver avuto circa 5.000 ettari (12.000 acri) di vigneti. Non è stato fino al 1950 che si è tenuto reimpianto. Il DO Priorat è stato formalmente istituito nel 1954. La sede l'organo di governo del fare era inizialmente Reus, a circa 30 miglia ad est del vino-regione, invece di Priorat. Nel decennio del 1985, la produzione di vino sfuso è stato estinto e l'imbottigliamento dei vini di qualità.

Valutazione personale: ST (90) = Molto buono

Visivo leggermente evoluto aromi che erano lenti ad apparire frutta rossa, erbe e fiori. Il palato ha corpo medio, acidità pronunciata, fresco, rotondo ed equilibrato. Atteso che mancava di fascino, credo che una maggiore intensità, dopo tutto è un vino costoso con uve che hanno caratteristiche di grandi sviluppi. Forse è stato oscurato da competere sul tavolo, più espressivo.

Spagna - Priorat - 14,5% - Grenache e Carignan (80%), Syrah, Mourvedre e Cabernet Sauvignon - Importatore Mistral: 335.00 raccolto corrente

Seguite il blog Living Life su Twitter

Martedì sera ci siamo riuniti un gruppo di amici per incontrare alcuni vini nel negozio di Puerto Madero Cantina nel centro storico. All'interno di un testacoda nella tazza dove gustare i vini della California, Italia e Spagna, il vino che realmente catturato la mia attenzione è stata la notte del Argentino frizzante, Alma Negra Tikal, un Rosé Brut metodo Champenoise, elaborato con il 100% Malbec che ha aperto il lavoro.

La Tikal cantina è stato creato da Ernesto Catena, figlio di Nicolas Catena aveva una base dove incredibile guardare il suo lavoro padre. Come ha imparato a osservare i dettagli per elaborare grandi vini. Ma andò, creando vini moderni con il proprio stile.


Valutazione personale: ST (90) = Molto buono

Visivo mostrando buon perlage, fine e persistente, profumo intenso, mostra note di pesca, frutti rossi, verdura e agrumi. In bocca molto fresco fornito da un acidità pronunciata, un sacco di frutta, bilanciati, facili a piacermi.

Argentina - Mendoza - 2009 - 100% Malbec - 12,7% - Importatore Mistral / Puerto Madero Cantina R $ 70,00

Seguite il blog Living Life su Twitter

Questo mese, che ha scelto il tema per # CBE (Confraternita Enoblogs brasiliani) è stato Daniel posatoi, un frizzante "Cava" di qualsiasi valore.

Per coincidenza la settimana scorsa ho avuto l'opportunità di assaggiare di nuovo il Brut Castellroig, armonizzato a una cena promossa dall'importatore Novotel Grand Cru.

Castellroig è un produttore rinomato per la qualità e ottimi voti. Produce i suoi Cavas solo da uve coltivate nella proprietà, una differenza importante e raro, dal momento che la maggior parte delle cantine sono giganteschi e comprare uva.


Valutazione personale: ST (90) = Molto buono

Amato, ha tutto quello che cerchiamo in una qualità brillante, perlage fine e persistente, aromatico, molto fresor, equilibrio e una buona finitura. Sicuramente un bel jolly in armonie, va con quasi tutto. È stato armonizzato con l'insalata sopra.

Spagna - Penedes - Macabeo, Parellada, Xarel · lo - 11,5% - Importatore Grand Cru - R $ 57,00

Seguite il blog Living Life su Twitter

Beh i miei amici, ogni giorno mi credono più in questa armonizzazione tra vino e musica. Le sensazioni che la musica mi dà è la stessa come l'atto di degustare un buon vino. In questo momento sono sotto il portico di casa mia ad ascoltare Van Halen e godendo questo bel cileno vendemmia nel 2003, avendo un piacere incredibile ... Non riuscivo a smettere di parlare di questo con voi.

Valutazione personale: ST (90)

Nel bicchiere il vino si presenta con un soffritto, aromi complessi visivi, mentolo, la torrefazione, prugne, cedro e spezie mila. Al palato è rotondo, pronto, tannini levigati, di medio corpo, ha confermato la fine del suo naso con media intensità. Certamente nel suo tempo, non avendo più vivono in bottiglia.

Cile - Cabernet Sauvignon - 14% alc

Seguite il blog Living Life su Twitter

safra 2007 do Chile está sendo considerada a melhor de todos os tempos, com condições climáticas super favoráveis. Solo la mia aspettativa, Sabato scorso ho avuto modo di conoscere in coppa l'ultimo raccolto di uno dei vini più ammirate da Capixabas i ricordi (2007). Cile. L'annata 2007 è considerato il migliore di tutti i tempi, con eccellenti condizioni climatiche favorevoli .

La vendemmia si è verificato nel mese di aprile mano e con cura in scatole di 13kgs a bassa produttività (5.400kg / ha). Sono stati selezionati i grappoli, diraspata e leggermente pigiata. Il vino è stato sottoposto ad un crio-macerazione di 8 ° C per 5 giorni con esordio tardivo di fermentazione a 16 giorni. Macerazione di 15 giorni e svinatura a maturare in botti.

Poi invecchiato per 14 mesi in barriques nuove di rovere francese (30%) e (70%) in barili di 2 ° utilizzo. Un anno in bottiglia prima di lasciare il mercato.


Valutazione personale: ST (90 + / 93)

Stopper in perfette condizioni, visive viola quasi insormontabili, incantevoli aromi di tabacco, smalto, caffè, erbe e luce tradizionale eucalipto. Al palato si presenta con concentrazioni significativamente più alto rispetto al raccolto precedente, robusti, tannini, acidità vivace, con delizioso retrogusto fruttato e lungo. Una caraffa di vino che merita almeno un ora e buona carne di selvaggina di armonizzare. Ha tutte le caratteristiche di una lunga guardia vino.

Cile - Maipo - 80% Cabernet Sauvignon e 20% Carmenère - 15% - Decanter, prezzo medio di R $ 120,00


Seguite il blog Living Life su Twitter

In questi giorni ho avuto l'opportunità di incontrare un altro grande rappresentante del Cile nella ciotola. Questa volta è stato il Edicion Limitata Syrah 2007 preparato dalla cantina Lagar de Bezana nella regione Cachapoal, la regione più vicina alle Ande, letteralmente ai piedi della catena montuosa. La piccola tenuta di 57 ettari con una produzione annua di 130.000 litri dove produce diverse varietà, Cabernet, Syrah, Petit Verdot, Carmenere, Tintorera, Genache, Mouvedre e Viogner. La vendemmia viene effettuata tutto manuale, così come l'etichettatura delle loro bottiglie. Il sito della cantina è .

Valutazione personale: ST (90 + / 94)

  • Come si può vedere sopra mostra lo stato della qualità sughero ed almeno una "importazione attenti". Nel bicchiere il visual mostra un rosso vivace, profumi esplodono frutta rossa e nera, vaniglia e cocco. Il palato è ampio, grasso, vellutato, adeguata acidità, conferma la buona qualità dei frutti, legno e collocato con lunga persistenza. Un vino di sopra della media, vale il prezzo. Può essere consumata subito, ma che hanno la pazienza si raccoglieranno buoni frutti.

Cile - Cachapoal - 100% Syrah - 14,5% - Importatore: Magnum / Ville du Vin R $ 130,00

Seguite il blog Living Life su Twitter

Aprire una bottiglia di Mouchão è un vero piacere. E 'senza dubbio uno dei migliori e più tradizionali vini del Portogallo, progettato nientemeno che da Paul Laureano in un terroir molto specifico e impossibile da riprodurre. Caste Alicante Bouschet, trovato nella regione le condizioni che permettono lo sviluppo ottimale enologico con risultati eccellenti. Dalla Francia, questo vitigno è alla francese un vero rompicapo. Il clima caldo e secco del Alentejo assicura il numero di ore di sole che Alicante Bouschet bisogno pianura terreni, profondo, con uno strato di argilla sottosuolo che memorizza l'acqua, le condizioni di soccorso circostanti vigneti e la sua condizione microclima, permettono alle uve di questa varietà vengono raccolte a maturazione ottimale. In Mouchão inoltre sono piantati uva varietà Trincadeira e Aragonez e, in misura minore, il bianco Antao Vaz, Arinto e guardaroba.

  • Le uve vengono vinificate in tini con follature piede e controllo della temperatura. Dopo la fermentazione, il vino viene affinato per 2 o 3 anni in botti di legno per più di 40 anni e più di 2000 litri.

Valutazione personale: ST (90 +)

Aprendo la bottiglia abbiamo scoperto che il sughero è trapelata, che ha causato il gruppo sequestro. All'inizio del vetro hanno mostrato aromi cancellati con il tempo + - 1 ora dopo ha iniziato rilasciando il suo fascino, il mentolo, frutta matura, vecchio legno e spezie. Il palato è grasso, grande, morbido, vivace acidità, equilibrato, che accompagna bene un merluzzo ...

Portogallo - Alentejo - Alicante Bouschet e Trincadeira 70% 30% - 15% - 24 mesi in rovere francese + 12 mesi in bottiglia - Importatore: Cantina Alentejo R $ 120,00

Seguite il blog Living Life su Twitter

Bene amici miei, ieri completato otto anni di matrimonio. Facendo un'analogia con vino alle nozze quando c'è la qualità si evolve piacevolmente. E grazie a Dio il mio matrimonio è come un grande vino, strutturato e al tempo stesso delicato, integrato, si è evoluta molto bene.

Per festeggiare ho deciso di aprire il primo del Yacochuya 2001 ST (94 +), un vino argentino preparato da Michael Rolland, che mi ha sorpreso in modo positivo nella tazza. Le immagini presentate a vini tipici brunastre evoluti, aromi complessi di fichi in sciroppo, cedro, spezie, propoli che alterna per tutto il tempo nella ciotola. Il gusto cremoso è stato intenso, equilibrato, che nonostante la loro eccezionale 16% di etanolo, che non è stato percepito. Un vino che si svilupperà bene nel corso degli anni, ha bagagli per questo.

Non soddisfatto, così ho deciso di avere un rivale per l'argentino, ha aperto una bottiglia di Don Melchor 2002 ST (90 +), uno dei più prestigiosi vini cileni oggi. La differenza di stile tazza dimostrato forte e chiaro. Nonostante i nove anni di vendemmia eseguita colorazione primaria chiusa, quasi insormontabili, sapori caseari che mi ha infastidito un po '. Il palato ha mostrato forza, più bello del naso, vellutato, molto ben equilibrato con una grande persistenza.

Seguite il blog Living Life su Twitter