search engine optimization sito web inviare e-mail estrattore

Archivio per l 'Italia' Category

Sassicaia 1990

La Tenuta San Guido, che produce il Sassicaia, la costa toscana, è stato colui che ha cominciato a mettere in evidenza i vini italiani nei primi mesi del 1970. La prima Sassicaia rilasciato commercialmente è stato il 1968. Questo rosso è prodotto principalmente con Cabernet Sauvignon seguita da piccole percentuali di Cabernet Franc. Recentemente ho avuto l'opportunità di assaggiare all'interno di un magnifico pannello vendemmia storica Sassicaia 1990 in Toscana.

In una terrina, pur non essendo stato il momento clou della serata, ha mostrato sorprendentemente potenza, eleganza e complessità (frutto nero, cuoio, terra, fumo ...). In particolare texture vellutata, vivace acidità e la fine di una lunga e deliziosa bocca. ST (93+)

L'importatore Portus, noto nella commercializzazione sul mercato del vino di etichette portoghesi come Quinta da Bacalhôa e Romaneira, ha aumentato il suo catalogo. La novità sono i vini del vino italiano Argiano, produttrice di Brunello di Montalcino, una delle più antiche etichette della regione e il primo a ricevere la certificazione DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita).

Fondata nel 1580, la Argiano italiana, situato in Toscana, era comandata dalla contessa Noemi Marone Cinzano 1992 fino a poco tempo - marzo 2014 - dopo l'acquisto dal brasiliano Andre Esteves, BTG Pactual. Con 100 ettari di vigneti e uliveti, è una delle cantine più tradizionali di Montalcino, dopo aver partecipato alla creazione di Consorzio Brunelllo.

Per presentare le loro etichette, Roberto Rodrigues Jr (rappresentante locale - 98168-1718 / 99874-2727) si è riunito a Carone Wine Store di Vila Velha, Espírito Santo, un gruppo di opinion leader recentemente tutto armonizzato con i piatti dello chef Arlette, che È un successo. I vini impressionati dall'alta qualità, soprattutto l'eleganza, molto difficile da trovare ultimamente.


L'O Rosato 2009 - R $ 115: Questo vino rosé tonalità rosa corallo, porta delicati aromi di ciliegia, fragola e mora rosso. Al palato conferma le impressioni olfattive, con ottima acidità e freschezza. Leggero e piacevole, adatto a bere con gli antipasti o come accompagnamento a insalate e altre pietanze. Si sposa perfettamente con frutti di mare, pesce e altri cibi leggeri. Prodotta con il 100% di uva Sangiovese. Anche se la vita di 5 anni si è dimostrato straordinariamente fresco. ST (88)

Zucchini farcito con menta, rucola e formaggio!

NC 2008 - R $ 130: CN, che in latino significa unico e inconfondibile, è una grande personalità del vino, buon corpo, con tannini morbidi e un finale lungo. La miscela di Cabernet Sauvignon (40%), Merlot (20%), Syrah (20%) e Sangiovese (20%) mostra la forza di Cabernet Sauvignon, Merlot la dolcezza di fare da ponte tra la forte caratteristica di terra del Sangiovese, e spezie, frutta rossa e nera del Syrah. ST (90)

Medaglione di filetto di manzo accompagnata da mussola Baroa e anacardi


Rosso di Montalcino 2010 - R $ 130: Un vino di medio corpo, buona concentrazione e colore rosso rubino intenso. Il palato è elegante, equilibrato con aromi di frutta rossa, viola, mentolo e terra. Una bella, vino morbido e vellutato, prodotto con l'uva Sangiovese. Può essere armonizzati con carne rossa, vitello, bruschette, formaggi e pasta. ST (90)

Brunello Di Montalcino 2007 - R $ 290: Da colore rosso rubino intenso, profumo di frutti rossi e fiori, e che un gusto più elegante, dicono tipo. Un Brunello per dimostrare in ginocchio. Uve: 100% Sangiovese ST (94).

Solengo 2008 - R $ 460: Vino di carattere moderno croccante, ben equilibrato e con grande concentrazione. Il suo colore è intenso con un bouquet di frutti maturi, come ribes e mora, con tratti di rovere tostato. Incanta la struttura setosa. Molto sottile. Chiede per un drink dopo l'altro. Uve: 45% Cabernet Sauvignon, 30% Merlot e 25% Syrah ST (95+).

La Regione del Veneto, che si trova a nord d'Italia, è uno dei più grandi esportatori di vini che paese. Per avere un'idea, la sua produzione - circa 850 milioni di litri - pari a tre volte la produzione del Brasile. Tra i vini prodotti, alcuni sono ben noti qui: il Prosecco, il Soave, il Bardolino e Valpolicella. Ma l'icona viene chiamato Amarone Della Valpolicella, l'Amarone o semplicemente.

L'invito Consorzio Tutela Vini Valpolicella, ero nella città di Verona, tra il 22 e il 29 di questo mese per partecipare al Anteprima Amarone, le prove di coltivazione 2010. Mi è stato anche conosciuto alcune cantine e le loro produzioni. Il tempismo non poteva essere più propizio. Il nuovo raccolto presentato agli esperti di tutto il mondo presso il Palazzo della Gran Guardia vanta già la Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG), in base al decreto del ministero dell'agricoltura locale. Questa denominazione di aggiornamento, che tutti gli obiettivi del vino italiano, significa che le loro etichette sono ora certificati in conformità con le norme di produzione, condizioni sanitarie e la posizione geografica, mettendoli sullo stesso piano altre due icone di campagna, il Brunello e il Barolo.

Geograficamente, la zona di produzione della Valpolicella è la stessa di Amarone: un insieme di colline a nord di Verona. I vini rossi si sono divisi in cinque livelli: classico Valpolicella, Valpolicella Superiore, Valpolicella Superiore Ripasso, Amarone della Valpolicella e il Recioto della Valpolicella (dessert).


Varietà

Le uve utilizzate sono anche lo stesso. Secondo la legge italiana, dovrebbe essere per lo più Corvina, Rondinella, Molinara e 14 tipi di piccole proporzioni. Il primo (Corvina) dà colore e morbidezza, la seconda (Rondinella) la struttura e il terzo (Molinara) viene fornito con l'acidità e caratteristico di amaro. Nonostante queste somiglianze, la Valpolicella è generalmente un vino leggero e semplice, con una media del 12% di alcol. Ma l'Amarone è un vino strutturato con gradazione alcolica che varia dal 14% (requisito legale minimo) al 17%. Questa differenza si spiega con il metodo di produzione, molto diverso da quello che siamo abituati a vedere. L'Amarone è fatto attraverso una tecnica chiamata appassimento. Subito dopo la vendemmia, piuttosto che i frutti sono schiacciati e fermentate, come qualunque altro vino da tavola, sono collocati in scatole o stuoie di plastica per un massimo di cinque mesi, fino a diventare "passificadas". Durante il processo, le uve perdono circa il 35% del suo peso, che provoca una perdita nella stessa proporzione la quantità di vino, il che significa che il suo prezzo è alto. A fine appassimento nei mesi di gennaio e febbraio, inizia il periodo di fermentazione, con un lungo processo di macerazione in cui il succo d'uva resta a contatto con la pelle, trasformando gli zuccheri in alcol, al fine di fornire a secco, con lieve tenore di zucchero residuo.


Botti

Poi il vino viene affinato in un range di 25-48 mesi, come deciso dal enologo. Anche se alcuni produttori che già utilizzano piccole e nuove botti sono comunemente usati nelle botti di produzione di 5 litri di legno usati, chiamati "Botti", che dà più equilibrio. Poi il vino riposa in bottiglia per 12 mesi, prima di raggiungere il mercato. Il risultato è un sistema strutturato, soft drink, con acidità vivace e tannini dolci. È quasi una porta, ma senza l'aggiunta di alcool. In ogni caso, si tratta di un grande vino, e, pertanto, deve essere valutato in momenti di festa e di meditazione.

L'armonizzazione è indicato con grande formaggio Grana Padano regionale, con la polenta con carne piccanti, salumi e prosciutti. A causa delle differenti posizioni geografiche, i vini possono variare in stile e qualità. Il trucco è quello di guardare l'etichetta per distinguere "Amarone Classico", che significa essere nella zona della Valpolicella, che di solito sono più elegante e complesso.


Alternativa

Per coloro che vogliono gustare la Amarone ma pensa costoso, vi suggerisco di cercare il Valpolicella Ripasso, refermentado per 15 a 20 giorni con bucce che producevano l'Amarone. Recioto della Valpolicella già DOCG, dessert, è fatto con le stesse uve dell'Amarone, ma la fermentazione viene interrotta, lasciando lo zucchero residuo nel vino. Concentrato e complesso, ricco di frutta secca, molto tannino e buona acidità per bilanciare la dolcezza. Supporta 30 anni di custodia tranquillamente. Grande con caramelle al cioccolato fondente.

App informazioni preziose

Per informazioni sulle cantine, alloggio e mappe della zona, ci sono applicazioni critiche per voi di avere sul vostro smartphone. Essi sono: Valpolicella Vini, Strada Del Vino Valpolicella e Itinerari in Valpolicella.

Apertura ufficiale

Sala prova con i produttori

Spuntini belle e gustose

Alcune visite - Azienda Montresor

Con origine francese, nel XVI secolo, alcuni membri della famiglia migrato al Castello di Montresor, Verona, dove hanno acquistato terreni e cominciato a crescere i loro vigneti. Quando il fondatore Giacomo Montresor, nella seconda metà del 19 ° secolo, ha iniziato a vendere il vino che ha prodotto con il suo nome, non potevo immaginare che un secolo più tardi, i suoi vini è venuto ai quattro angoli del mondo. Oggi, i suoi successori continuano questa tradizione, combinando operazioni di selezione agricoltura, l'invecchiamento, l'imbottigliamento e la distribuzione. L'azienda produce classici italiani del Veneto, come il Valpolicella, l'Amarone e il Recioto.

Eduardo Montresor, l'attuale generazione della famiglia.

"Botti", come vengono chiamati barili italiani.

Una bella verticale sua Capitale Crosara: 2000, 2005 e 2008. Molto elegante, complesso, fatto con uve di proprietà uniche.

Azienda Agricola Novaia

I vigneti dell'Azienda Agricola Novaia sono situati tra i 250 ei 300 metri sul livello del mare, in una piccola area di 7 ettari. La tecnica viticoltura tradizionale, è stato quasi completamente sostituito da cosiddetti traliccio, una tecnica che consente un miglioramento della qualità delle uve, a causa di una migliore esposizione al sole ed una minore resa di uva per ettaro. Uno dei pochi agricoltori biologici a Marano.

Varietà di uve prodotte dall'Azienda Agricola Novaia sono: "croaker Veronese" (50%), "Corvinone" (30%), "Rondinella" (20%). Per i tre varietà di cui è stato recentemente aggiunto "oseleta", una serie storica di Valpolicella che è stato perso nel corso degli ultimi 50 anni.

La cantina è stato recentemente ristrutturato e rinnovato sia nella struttura e le attrezzature, eseguendo così un "matrimonio" perfetto tra passato e presente, tra tradizione e tecnologia.

Enologo Marcello Vaona della Novaya è il 4 ° generazione della famiglia.

Prodotti: Amarone della Valpolicella Classico DOC "Selezione Corte Vaona" - Amarone della Valpolicella DOC Classico Riserva "Le Balze" - Recioto della Valpolicella Classico DOC "Le Novaje" - Valpolicella Classico DOC Superiore "I Cantoni" - Valpolicella Classico DOC Superiore "Ripasso" - Valpolicella Classico DOC.

Cantina Valpolicella Negrar

La Cantina Valpolicella Negrar è stata fondata nel 1933 con l'obiettivo di promuovere e valorizzare la cultura e la produzione di piccoli produttori di uva Negrar Valley, il cuore della Valpolicella Classico. Oggi, l'azienda dirige e coordina le attività di più di 200 produttori di vino per un totale di 500 ettari di vigneti, dirigendo il raccolto al massimo rispetto per l'ambiente, con particolare attenzione alla conservazione della biodiversità e le vocazioni del suo territorio e viti.

Le uve del apassimento processo.

Magnifico pranzo con piatti belli e tutte le uve dell'Amarone sullo sfondo si rivela scatole.

Abbiamo dimostrato in Cantina cinque Amarone il raccolto 2005 Domini Veneti, un C ada un Valpolicella Classico.

Azienda Agricola San Felice

Azienda Agricola San Felice è nato nel 1974, composto da membri di Falezza Famiglia, proprietari di circa 12 ettari completamente coltivati ​​a vite Valpolicella Doc. Negli ultimi anni, la società ha acquisito nuovi terreni coltivati ​​a vigna in Marcellise e Mezzane zona in provincia di Verona . Foto in alto:

Allegato vigneti ospitano l'azienda.

Una degustazione di tre annate di Amarone tuo 2008/2009/2010. Il clou nella tazza è stato nel 2010, già con lo stato DOCG. Molto futuro davanti.

Azienda Agricola Rocca Sveva

La Cantina di Soave è una cooperativa fondata nel 1898 da 30 produttori. Oggi ci sono 2.200 agricoltori, soci, dispone di 6.000 ettari e la produzione di circa 30 milioni di bottiglie. Rocca Sveva è una delle sue mense, il massimo dei voti dedicati, che riceve le uve da solo i primi 100 membri e vigneti.

Il piano seminterrato dei totali un'area di 2500 m2 sono state usate come bunker durante la Seconda Guerra Mondiale.

Due Ripasso Valpolicella 2007 e 2009 e quattro stagioni di Amarone- 2006/2004/2001/2000 - la Coppa. Molto ben fatto, equilibrato e gustoso.

Azienda Agricola Corte Adami


Una piccola azienda giovane che dal 2004 uve vinificam dal Castelcerino del terrore sulle colline di Soave. Mantiene i 36 ettari di vigneto, solo una parte, per garantire la massima cura e la lavorazione del vino.

I vigneti di circa 20 minuti di auto dalla sede centrale.

Valpolicella Superiore Ripasso 2011 bello, pronto per il consumo.

Azienda Agricola Bertani

Bertani è leader nella produzione di Amarone, e il suo primo raccolto di Amarone Bertani è stato fatto nel 1958. La sua sede si trova a Grezzana, un bellissimo villaggio nella valle di Valpantena, zona est di Verona. E 'stata fondata da due fratelli Bertani, Giovan Battista e Gaetano, nel 1857. (In un esclusivo punto a breve).

Gruppo di giornalisti provenienti da diversi paesi.

Stanza Botti

Abbiamo dimostrato tre raccolti del suo Amarone 2005, 2006 e 1967 (fantastico).

Invitato dal Consorzio di Valpolicella, Verona oggi a seguire in Italia per partecipare alla 11 ° edizione di Anteprima Amarone (2010), il grande vino del Veneto, già sotto la Docg (Controllata e Garantita Denominazione di Origine). Rimango fino alla prossima settimana conoscendo la loro produzione attraverso visite tecniche a cantine, frequentando le lezioni al fine di approfondire la mia conoscenza del settore del vino del paese e dei suoi prodotti.

Seguire via instagramsilvestretg
il viaggio. Il 31 gennaio Pubblico nella colonna Vivere la vita + C2 Pleasure & Co. giornale The Gazette una questione esclusivamente.

Brunello di Montalcino Coldi Sole 2006 (375ml), il 14% granato visivo con l'arancio, limpido e riflessione luminosa. Al naso ha note complesse che ricordano le erbe, prugna, ciliegia e una molto bella di vaniglia sottile. Al palato è morbido, elegante, di grande armonia tra acidità e gradazione alcolica, retrogusto conferma il naso. Long. Delicia! R $ 172 qui .

Ancora una volta la Fratellanza Living Life si sono riuniti per gustare ottimi vini, nonché un primo cibo, che viene preparato dallo Chef ufficiale del gruppo, il Dr. Anja Almeida.

Di tutte le regioni d'Italia, l'isola di Sicilia è stata quella che ha cambiato di più in questi ultimi decenni. Trent'anni fa era solo una terra quasi medievale. Per quanto riguarda il vino, aveva il Marsala, un nome che tutti sapevano, ma nessuno beveva, e anche il dolce Moscato. Ma la maggior parte del vino era sgradevole. Il migliore è stato esportato al Nord, per la miscela.

La salvezza è stato un programma di sviluppo regionale e diretto attraverso la modernizzazione, diventando un punto di riferimento in Italia. Vigneti nuovi ed enormi automatizzati società erogatrici di energia che producono vini corretti e moderni. Il 75% dei vini siciliani sono di colore bianco, l'80% della produzione totale sono realizzati da cooperative.

I DOCG di sono quasi irrilevanti lì, meno del 5% sono ammissibili. Tuttavia da qualche anno, è evidente la crescente qualità dei vini, essere in grado di produrre ottimi vini e addirittura eccellente.

Faro Palari 2007-13,5%. - Descrizioni Marcos Fonseca

  • Il colore, chiaro e trasparente, si è creando una buona aspettativa. Naso delicato di frutti rossi freschi, spezie, erbe provenzali e legno quasi impercettibili, splendidamente esso realizzato. Al palato, un vino elegante, con frutta delineata da una buona acidità, tannini fini e medio / lunga persistenza. Certo giovane, ma già battendo una palla molto rotonda. Bella.


Gulfi Nerobufaleffj 2007-14%. - 100% Nero d'Avola.

  • Produttore sostenitore dell'agricoltura biologica e che adottano precetti della vinificazione naturale, con l'aggiunta di poco o nessun SO2: . Fase 18 mesi in botti da 500 litri. Maggiori dettagli qui: http: // www.gulfi.it/e_nerobufaleffj.html . Naso intenso di nero e rosso di frutta fresca, fiori, vaniglia discreto e alcol leggermente sporgente. Al palato, un potente, vin brulè, confermando il valico di alcol sentito al naso con nient'altro tannini aggressivi, acidità equilibrata e finale lungo. Primaria, ha bisogno di tempo per integrare l'alcool e il vino si trasformi in qualcosa di meno appariscente, più sottile. Eppure, sembra avere un futuro promettente.


Donnafugata a Contessa Entellina Mille e Una Notte 2007-13,5%.

  • Nero d'Avola con una piccola percentuale di altre uve. Si tratta di una vecchia conoscenza. Non avevo mai bevuto così giovane, e non dovrebbe pertanto dimostrato abbastanza elementare, con frutta nera in primo piano e un balsamico trattino luce dietro la tenda nera. Si ferma lì. Al palato, corposo e un po 'monolitica. Sicuramente si trasforma in qualcosa di molto più interessante con 10 anni, anche se le mie esperienze passate ho sempre pensato che un po 'più di acidità sarebbe vantaggioso per il vino.


Segui il blog Vivere la vita su Twitter

Godetevi la pagina del blog Living Life su Facebook

Abruzzo

Montepulciano d'Abruzzo 2009 Cocciapazza Torre dei Beati
Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane Adrano 2009 Villa Medoro
Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane Zanna Riserva 2008 Illuminati
Montepulciano d'Abruzzo 2009 Sono Vasari Beard
Montepulciano d'Abruzzo Cagiòlo Riserva 2009 Cantina Tollo
Montepulciano d'Abruzzo 2008 Podere Castorani Castorani
Montepulciano d'Abruzzo farro 2008 La Valentina
Pecorino 2010 Cataldi Madonna
Tiberio Pecorino 2011
Trebbiano d'Abruzzo Masciarelli Marina Cvetic 2010
Trebbiano d'Abruzzo Vigna di Valle Reale Capestrano 2010
Trebbiano d'Abruzzo 2007 Valentini

Alto Adige

Valle Isarco Riesling KAITON 2011 - Kuenhof, Peter e Brigitte Pliger, Bressanone
Valle Isarco Riesling 2011 - Strasserhof, Hannes Baumgartner, Varna
Val Venosta Riesling 2011 - Castel Juval, Martin Aurich, Castelbello
Val Venosta Riesling 2011 - Falkenstein, Franz Pratzner, Naturno
Berg Riesling 2011 - Ignaz Niedrist, Cornaiano
Pinot Bianco Sirmian 2011 - Cantina Nals Margreid, Nalles
Pinot Bianco Anna 2011 - Tiefenbrunner, Cortaccia
Pinot Bianco Tecumseh 2010 - Castelfeder, Egna
Terlano Pinot Bianco Vorberg Riserva 2009 - Cantina Terlano, Terlano
Pinot Grigio Anger 2011 - Cantina San Michele Appiano-
Pinot Grigio Windegg 2011 - Josef Brigl, Appiano
Valle Isarco Pinot Grigio 2011 - Köfererhof, Günther Kerschbaumer, Varna
Gewürztraminer Nussbaumer 2011 - Cantina Tramin, Termeno
Kastelaz Gewürztraminer 2011 - Elena Walch, Termeno
Flora Gewürztraminer 2011 - Cantina Cornaiano Cornaiano
Valle Isarco Sylvaner praepositus 2011 - Abbazia di Novacella, Varna
Valle Isarco Veltliner 2011 - Röckhof, Konrad Augschöll, Villandro
Bianco 2011 - Baron Widmann, Cortaccia
S. Maddalena Antheus 2011 - Tenuta Waldgries, Christian Plattner, Bolzano
Meranese Schickenburg 2011 - Cantina Merano
Lagrein Riserva Taber 2010 - Cantina Bolzano
Lagrein Riserva Abtei 2009 - Cantina Convento Muri-Gries, Bolzano
Lagrein Riserva 2009 - Griesbauerhof, Georg Mumelter, Bolzano
Cabernet Sauvignon Colore Römigberg 2008 - Alois Lageder Tenute, Magré
Cabernet Sauvignon Lafòa 2009 - Cantina Colterenzio, Cornaiano
Moscato Giallo Passito Serenade 2009 - Cantina Caldaro

Brunello di Montalcino

Brunello di Montalcino Bramante 2007 - San Lorenzo
Brunello di Montalcino 2007 - Baricci
Brunello di Montalcino 2007 - Canalicchio di Sopra
Brunello di Montalcino 2007 - Le Chiuse
Brunello di Montalcino 2007 - Poggio di Sotto
Brunello di Montalcino Vigna Poggio Ronconi 2007 - Citille di Sopra
Brunello di Montalcino Vecchie Vigne 2007 - Le Ragnaie
Brunello di Montalcino Altero 2007 - Poggio Antico
Brunello di Montalcino 2007 - Fanti
Brunello di Montalcino 2007 - Val di Suga Tenimenti Angelini
Brunello di Montalcino Riserva 2006 - Biondi Santi
Brunello di Montalcino Riserva 2006 - Capanna
Brunello di Montalcino Ugolaia 2006 - Lisini
Brunello di Montalcino Riserva 2006 - Caprili
Art Brunello di Montalcino Collezione 2006 - Donna Olga
Brunello di Montalcino Cerretalto 2006 - Casanova di Neri
Brunello di Montalcino Riserva Poggio al Vento 2004 - Tenuta Col d'Orcia

Campania

Ambruco Pallagrello Nero 2010 - Terre del Principe
Cilento Fiano Pietraincatenata 2010 - Maffini
Costa d'Amalfi Furore Bianco Fiorduva 2010 - Marisa Cuomo
Cupo 2010 - Pietracupa
Fiano di Avellino Vigne della Congregazione 2010 - Villa Diamond
Fiano di Avellino 2010 - Ciro Picariello
Greco di Tufo 2011 - Di Prisco
Greco Musc '2010 - Contrade di Taurasi
Montevetrano 2010 - Montevetrano
Sabbie di Sopra il Bosco 2010 - Nanni-Cope
Taurasi Piano di Montevergine Riserva 2007 - Feudi di San Gregorio
Taurasi Poliphemo 2008 - Luigi Tecce
Taurasi Radici 2008 - Mastroberardino
Taurasi Renonno 2008 - Salvatore Molettieri
Taurasi Riserva 2006 - Di Meo
Taurasi Vigna Macchia dei Goti 2008 - Antonio Caggiano
Terra di Lavoro 2010 - Galardi

Chianti Classico

San Giusto a Rentennano - Chianti Classico 2010
Tenuta di Lilliano - Chianti Classico 2010
Badia a Coltibuono - Chianti Classico Cultus Boni 2009
Val delle Corti - Chianti Classico 2009
Rocca delle Macie - Chianti Classico Riserva 2009
Brancaia - Chianti Classico Riserva 2009
Agricoltori del Chianti Geo - Chianti Classico Riserva 2009
Castello di Monsanto - Chianti Classico 2008 Cinquantenario
Castello di Albola - Chianti Classico Riserva 2008
Castello di Volpaia - Chianti Classico Riserva 2008
Fattoria Poggerino - Chianti Classico Riserva 2008 Bugialla
Castell'in Villa - Chianti Classico 2008
Lamole di Lamole Chianti - Classico Vigna Di Campolungo 2008

Emilia Romagna

Vigna del Cristo 2011 Cavicchioli
Lambrusco Sorbara del Fondatore 2011 Chiarli
Lambrusco Reggiano Concerto 2011 Medici
Sangiovese superiore Ora 2011 San Patrignano
Sangiovese Superiore Limbecca 2010 Francesconi Paolo
Marzieno 2008 Fattoria Zerbina
Sangiovese Riserva 2009 Redinoce Balia di Zola
Di Il Sangiovese Riserva 2009 Villa vivono Trentola
Nicolucci - Sangiovese Riserva Vigna del generale 2009 Casetto dei Mandorli
Sangiovese Riserva di i Probi 2009 Papiano Villa Papiano
Mantignano Vecchie Vigne 2008 Sangiovese Il Pratello
Albana di Romagna passito Riserva Regina di cuori 2009 Gallegati

IGT prodotti nel territorio:
Carpineta Fontalpino - Do ut des 2010
Montevertine - Le Pergole Torte 2009
Tenuta di Nozzole - Il Pareto 2009
Isole e Olena - Cepparello 2009
Fontodi - Flaccianello 2009
Antinori - Tignanello 2009
Tolaini - Picconero 2009
Marchesi Mazzei - Mix 36 2008
Poggio Bonelli - Poggiassai 2008
Castellare di Castellina - I Sodi di San Niccolò 2008
San Felice - Vigorello 2008

Lombardia

Franciacorta Brut Collezione Esclusiva 2004 Cavalleri
Franciacorta Brut Nature 2008 Barone Pizzini
Franciacorta Brut 2008 Berlucchi Cellarius
Franciacorta Dosaggio Zero Francesco Iacono Riserva 2004 Villa Crespia - Fratelli Muratori
Franciacorta Dosaggio Zero Gualberto Ricci Curbastro 2006
Franciacorta Extra Brut 2006 Ferghettina
Franciacorta Gran Cuvée Pas Opere 2006 Bellavista
Franciacorta Pas Dose NM Cavalleri
Franciacorta Brut Rosé Extra Cuvée Annamaria Clementi Riserva 2004 Ca 'del Bosco
Franciacorta Saten Anima 2006 Contadi Castaldi
Lugana Brolettino 2010 Ca 'dei Frati
Lugana Fabio Contatto Provenza 2010
Oltrepò Pavese Pinot Nero Brut 1870 Gran Cuvée Storica 2008 Giorgi
Oltrepò Pavese Pinot Nero Brut Classese 2006 Monsupello
Oltrepò Pavese Pinot Nero Brut Metodo Classico 2008 Castello di Cigognola Altro
Oltrepò Pavese Pinot Nero Nero 2009 Tenuta Mazzolino
Sforzato di Valtellina Sfursat 5 Stelle 2009 Nino Negri
Sfurzat di Valtellina 2008 Rainoldi
Valtellina Superiore Riserva 2009 Dirupi
Valtellina Superiore Riserva 2009 Mamete Prevostini

Puglia

Primitivo di Manduria Doc Es 2010 - Gianfranco Fino
Salice Salentino Rosso giungla Rossa Doc 2009 - Due Palme
Polvanera 17 Primitivo Gioia del Colle Doc 2009 - Polvanera
Vigna Pedale Castel del Monte Rosso Doc 2009 - Torrevento
Salice Salentino DOC Riserva 2009 - Cantele
Sierma 2009 - Carvinea
Old Vines 2009 - Morella
Torcicoda Primitivo del Salento 2010 - Tormaresca

75 vendemmie 2011 - Vinicola Palama
Gioia del Colle Primitivo Muro Sant'Angelo Contrada Barbatto 2009 - Nicola Chiaromonte
Salice Salentino Riserva 2009 - Leone Castris
Nero Conti Zecca 2009-
Visellio 2010 - Tenute Rubino

Sardegna

Alghero Rosso Marchese di Villamarina 2007 - Sella & Mosca
Buio Buio 2010 - Tavola
Cannonau di Sardegna Riserva Dule 2009 - Gabbas
Cannonau di Sardegna Riserva Josto Miglior 2009 - Antichi Poderi di Jerzu
Capichera 2011 - Capichera
Carignano del Sulcis Is Arenas Riserva 2008 - Sardus Pater
Carignano del Sulcis Superiore Terre Brune 2009 - Cantina Santadi
Carignano del Sulcis Tupei 2010 - Cantina Calasetta
Carignano del Sulcis 2009 - 6Mura
Serre 2008 Cantina - Dorgali
Surrau 2009 - Vigne Surrau
Turriga 2008 - Argiolas
Vernaccia di Oristano Riserva 1988 - Contini

Sicilia

Doc Etna Bianco 2011 - Cottanera
Doc Etna Bianco A'Puddara 2010 - Tenuta di Fessina
Doc Etna bianco Quota 600 2010 - Graci
Doc Etna Rosso Santo Spirito 2010 - Tenuta delle Terre Nere
Etna Rosso Archineri 2010 - Pietradolce
Etna Doc Feudo 2010 - Girolamo Russo
Doc Etna Rosso Cirneco 2009 - Terrazze dell'Etna
Contrada Crap 2010 - Passopisciaro
Exit 2010 - Feudo Maccari
Duca di Castelmonte Tripudium Rosso 2009 – Pellegrino
Noà 2010 – Cusumano
Cygnus 2010 – Tasca d'Almerita
Ben Ryè 2010 – Donnafugata
Ribeca 2010 – Firriato
Docg Cerasuolo di Vittoria Giambattista Valli '09 – Feudi del Pisciotto
NeroMaccarj 2008 – Gulfi
Chardonnay 2010 – Planeta
Chardonnay Grand Cru 2010 – Tenuta Rapitalà

Trentino

Riserva 2006 Balter, Graal Alte Masi Riserva 2005 Cavit
Aquila Reale Riserva 2005 Cesarini Sforza
Methius Riserva 2006 Dorigati
Metius, Perlé Nero 2006 Ferrari
Trento Mach Riserva Fondatore 2007 Istituto Agrario di San Michele
Riserva 2007 Letrari
San Leonardo 2007 Tenuta San Leonardo
Fratagranda 2009 Pravis
Ternet Schwarzhof 2010 Zeni.

*BONUS: I 3 Bicchieri 2013 delle Marche per la guida del Gambero Rosso

Verdicchio dei Castelli di Jesi Brut Ubaldo Rosi Riserva 2006 Colonnara
Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Crisio Riserva 2010 Casal Farneto
Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Il Cantico della Figura Riserva 2009 Felici Andrea
Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico San Sisto Riserva 2009 Fazi Battaglia
Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Stefano Antonucci Riserva 2010 Santa Barbara
Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Capovolto 2010 La Marca di San Michele
Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Pallio di San Floriano 2011 Monteschiavo
Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Podium 2010 Garofoli
Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore San Michele 2010 Vallerosa Bonci
Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Vecchie Vigne 2010 Umani Ronchi
Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Vigna Novali Riserva 2009 Terre Cortesi Moncaro
Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Villa Bucci Riserva 2009 Bucci
Verdicchio di Matelica Mirum Riserva 2010 La Monacesca
Barricadiero 2010 Aurora
Kurni 2010 Oasi degli Angeli
Rosso Piceno Superiore Roggio del Filare 2009 Velenosi
Il Pollenza 2009 Il Pollenza

Siga o Blog Vivendo a Vida no Twitter

Godetevi la pagina del blog Living Life su Facebook

Spumante è la parola italiana per "frizzante"

Nel 1960, Lombardia grandi amanti di Champagne industriale ha deciso di produrre il suo scintillante. A quel tempo la regione era meglio conosciuto per l'attività industriale che per i suoi vini. L'investimento è stato un vigneto nella regione di Franciacorta, dove i viticoltori e la formazione di nuovi tecnici mensa moderno costruito, finanziato. Così è nato il Franciacorta.

La sua seconda fermentazione avviene necessariamente in bottiglia secondo il metodo tradizionale e non in Cuba come frizzante semplice. La gradazione alcolica è di almeno 11,5%. La versione Blanc de Blancs o Salen (Crémant), ottenuto esclusivamente con uve bianche e rosa con almeno il 15% di Pinot Noir. Il safrado Franciacorta ha l'85% di vino per l'anno in corso.

Oggi, 1700 vigneti danno 10 milioni di bottiglie l'anno. Più ambizioso del Champagne, il nome limita il rendimento a 9000 kg / ha e necessita di maturazione per motivi di almeno 18 mesi. Da non confondere con la DOC Terre di Franciacorta, che produce vini fermi.

Personal Rating: ST (91) Tenuta Villa Crespia Franciacorta DOCG Dosagio Zero (Nature - a 3grs di zucchero per litro) - non ho potuto trovare l'importatore in Brasile o il suo prezzo. Ma se si trova, acquisto sarete sorpresi.

Paglierino visiva giallo Verdeal discreto, luminoso, molto piccole e numerose bolle; perlage intenso e persistente. Al naso presenta intenso lievito, frutta bianca matura, vaniglia, tostato tocchi. Palato con buon corpo, buona acidità, ben bilanciata con il contenuto di alcol. Retrogusto di lievito e tostatura. Lunga e piacevole.

Segui il blog Vivere la vita su Twitter

Godetevi la pagina del blog Living Life su Facebook

Considerada a segunda uva mais plantada da Itália, é no Piemonte , mais precisamente nas áreas viníferas de Asti e Alba que a Barbera se destaca.

Existem dois estilos de Babera disponíveis no mercado. O primeiro, tradicional, é envelhecido em pipas (grandes toneis de carvalho, que interfere com pouco, conferindo quase nenhum sabor de madeira ao vinho). E o segundo, é mais influenciado pelo carvalho, envelhecido em barricas (barris de carvalhos franceses de 225 litros), normalmente são mais caros.

Embora os dois estilos sejam bons, com exceções é claro, prefiro os de estilo tradicional . Estou ficando cansado dos vinhos vendidos atualmente, embora reconhecer que alguns Barbera envelhecidos em barrica, como o em questão, que passa 24 meses em barricas de carvalho, esteja agradável na taça. Por outro lado a Barbera , uma variedade de uva tinta com uma característica incomum, por praticamente não conter tanino , é favorecida e complementada com os taninos conferidos pelo estagio em pequenas barricas .

A harmonização indicada são pratos de massas, pizzas e qualquer outro alimento tendo como ingrediente molho de tomate.

Avaliação Pessoal: ST (86) Vigne Dei Mastri Galileo Barbera D'Asti DOC 2007 – Itália – Piemonte – Barbera D'Asti – 24 meses em barricas de carvalho francês - 14,5% – Clube de Vinhos Winelands

  • Cor rubi, de boa intensidade e halo aquoso. Aroma intenso de frutas vermelhas (framboesa), toques minerais, florais e de baunilha. Corpo médio, acidez destacada e tanicidade média. Persistência aromática relativamente boa, com certa sobra de madeira , não desabonando o conjunto final.

Siga o Blog Vivendo a Vida no Twitter

Godetevi la pagina del blog Living Life su Facebook

A grande vantagem de participar de jantares harmonizados promovidos por lojas, importadoras, vinícolas é a oportunidade que temos de conhecer em um só momento vários vinhos e estilos. Nessas aventuras podemos escolher o que mais nos agrada e o que cabe no nosso bolso .

Na noite de ontem tive mais uma dessas experiências com a prova de 5 vinhos da vinícola italiana Lionello Marchesi , em evento promovido pela importadora Da Confraria na loja de vinhos Ville du Vin aqui na capital capixaba. Por lá um vinho, o Rosso di Montalcino Coldi Sole 2008 surpreendeu chamando a atenção de todos pela grande complexidade e finesse , passando por cima de todos, inclusive do Brunello .

Rosso di Montalcino (“Tinto de Montalcino”) é um tipo de vinho italiano tinto produzido na cidade de Montalcino, uma fortaleza murada ao sul da área de Chianti. O solo da região é moderadamente arenoso, rico em calcário, envolto por solos vulcânicos. O clima é tipicamente mediterrâneo, com média anual de 700 mm de chuva.

Feito a partir da mesma uva ( sangiovese ), cultivada na mesma área de produção, o Rosso di Montalcino , a versão “ baby ” do Brunello di Montalcino , é um vinho mais barato e pronto para beber , com apenas um ano de amadurecimento em barricas. Diferente do seu primogênito, o Brunello, um vinho mais concentrado e tânico, que exige envelhecimento quando feito de modo tradicional e que beneficia-se com várias horas de aeração antes de ser servido. Ai mostra o porque do destaque do Rosso no evento.

Avaliação Pessoal: ST (93+) – Rosso di Montalcino Coldi Sole 2008 – Itália – Toscana – 100% Sangiovese Grosso – 14% – R$ 125,00 – Onde encontrar , aqui .

  • Apesar de novo, apresenta um visual acastanhado com transparência, brilhante e lágrimas espessas e lentas. O nariz encanta pela intensidade aromática, figo, algum cítrico, especiarias doces, muita torrefação, um toque mineral terroso e de madeira (baunilha). O paladar apresenta corpo médio com boa acidez e taninos redondos, reunidos em ótimo equilíbrio. O retrogosto é de frutas e especiarias com boa persistência, levando a um final bastante agradável.
  • Harmonização: massas com molhos à base de carne, salames e demais defumados, além de queijos meia cura e curados.

Siga o Blog Vivendo a Vida no Twitter

Godetevi la pagina del blog Living Life su Facebook