ottimizzazione dei motori di ricerca di presentare il sito Email Extractor

Archivio per il 'ST (87)' Categoria

Altro vino inviata dalle Winelands club. Questa volta è stato un elegante rosso portoghese (Douro), produttore Coimbra de Mattos. È stata preparata con il 100% di uva Tinta Amarela (Trincadeira) e superato per 12 mesi in botti di rovere francese.

Quando si parla di vini Douro solo relazioniamo con un corpo denso, duro e caldo (alcolico). Ma il vetro era un'altra conversazione.

Valutazione personale:
ST (87)
- Quinta dos Mattos Reserve Tinta Amarela 2006-13% - R $ 89,00 e R $ 49,75 per i soci del club Winelands.

  • Visivo tendente al brunastro, senza sedimento, pulito e luminoso. Naso con note di frutti rossi, fiori, vegetali (uva acerba) e un lieve fondo terroso. Palato mostrato elegante, leggero, morbido, e frutta come un buon equilibrio tra acidità e alcol. Media persistenza finale. Un vino che non si stanca mai, facile da bere e gastronomiche.

Seguite il blog Living Life su Twitter

Godetevi la pagina del Blog Living Life su Facebook

José Alberto Zuccardi, uno dei cinque uomini più influenti nel mondo del vino argentino, è ora a Vitoria (Espirito Santo), per promuovere i loro vini. Durante il pranzo, ho avuto l'occasione di assaggiare alcuni di loro, in cui la Malamado Viogner, il primo vino bianco fortificato da Argentina, si è distinto per la sua novità. Nel video qui sopra, Alberto parla del suo nuovo vino.

Si prepara in Santa Rosa, Mendoza, con uve bianche della varietà (Viognier), raccolte a mano, che subiscono una macerazione a freddo seguita da pressatura e fermentazione. Fermentazione è interrotta quando raggiunge 100 g per litro di zuccheri residui e vino ardente si aggiunge acqua. Il vino pronto matura in botti di rovere francese per 12 mesi.

Valutazione personale: Malamado Viogier 2009 - Argentina - Santa Rosa / Mendoza - 19,7% - Importazione di Ravin - ST (87)
- R $ 79,00

  • Come si può vedere nella foto sopra, presenta un oro giallo visiva, aromi che ricordano il miele albicocca e frutta secca. Al palato è leggero, fresco, untuosità bassa, moderata acidità, confermando le note di albicocca e miele, la finitura di una media persistenza. Armonizzazione indicato sarebbe una torta di pecan.

Seguite il blog Living Life su Twitter

Godetevi la pagina del Blog Living Life su Facebook

Lo sapevate che in Germania (e Austria) spumante si chiama Sekt? Ci circa 800 cantine disegnano circa 500 milioni di bottiglie di spumante all'anno. Può essere etichettato solo come Deutscher Sekt se le uve sono coltivate al 100% in Germania, dove si possono incontrare alcuni vini di qualità. Quasi tutti Sekt, la produzione industriale è venduto molto economici con un marchio. Solo proprietà Sekt (Winzersekt), redatto in piccola produzione per piccole aziende, è venduto ad un prezzo elevato. Ci sono un numero crescente di multa Sket essere realizzato con Pinot nel sud della Germania.

Il vino degustato è stato il Zähringer "Sekt" Edelgräfler Brut 2010 è stato inviato dal vino Winelands del club un Blanc de Blancs (solo uve bianche) prodotto con Pinot Bianco, Chasselas e Johanniter, il metodo Champenoise, dove la presa di spuma avviene in una bottiglia, in questo caso, è rimasto per 9 mesi di maturazione con lievito "sur lie".

Valutazione personale: Germania - Baden - 12% - Produttore (Weingut Zäringer) - Pinot Bianco, Chasselas e Johanniter - Importatore: Winelands Wine Club - ST (87)

Giallo paglierino di media intensità visiva, perlage di media grandezza e persistente. Buona intensità aromatica, ananas e agrumi, e tocchi floreali, un intrigante affumicato, evolvendo in un minerale, alla fine. Al palato ha una moderata acidità, di medio corpo e un sapore dolce. Persistenza media senza fine amara.

Armonizzazione: può essere gustato da solo come aperitivo o per accompagnare alcune tartine, ma diventa perfetto con frutti di mare come le ostriche e vongole, oltre al cibo giapponese. Si tratta di uno spumante si da gustare con temperatura tra i 6 ° C e 8 ° C.

Seguite il blog Living Life su Twitter

Godetevi la pagina del Blog Living Life su Facebook