ottimizzazione dei motori di ricerca presentare sito web email extractor

Archivio per il 'esterna' Categoria

Sabato sera ho partecipato ad una degustazione verticale con delizioso vino cileno Don Melchor, cima del gigante Concha y Toro, il ristorante aperto di recente Grotto Grill (una conversazione nelle vicinanze), Praia do Canto, in compagnia dei miei vecchi amici Anja Manuel, Marcos Fonseca e le loro mogli, con sempre.

La cantina Concha y Toro è considerato il secondo marchio più potente del vino, simbolo del vino cileno nel mondo, con 16 premi "Winery of the Year" e ha riconosciuto le più prestigiose pubblicazioni di settore, con i punteggi più alti in Wine Spectator e The Wine Advocate .

Abbiamo avuto l'opportunità di assaggiare le annate 2000, 2002 e 2004, il suo vino più celebre, poiché Enrique Tirado come enologo. A mio parere, c'erano due stagioni: 2000 e il 2004, più franco ed equilibrato.

Don Melchor 2000 | 13,6% Alcool | 100% Cabernet Sauvignon | 14 mesi in botti di rovere francese, 70% del primo utilizzo e il 30% secondo utilizzo.

  • Nonostante la sua età, ha mostrato tutto e vivo. Aroma affascinante, il modo in cui mi piace. Frutta inizio di fuggire, lasciando le note terziarie prendono il sopravvento come scatola di sigari e catrame. Palato molle, di media acidità e buona persistenza. Ciecamente rischio di essere un buon Bordeaux. Penso che non si evolve. Nota: 92/100

Don Melchor 2002 | alcool 14% | 96% Cabernet Sauvignon e il 4% Cabernet Franc | 14 mesi in botti di rovere francese 70% del primo utilizzo e il 30% secondo utilizzo.

  • La coltura più difficile da valutare. Aroma chiuso, ma con la bocca buona. Strutturato, potente, ma non abbastanza per affascinare. Potrebbe rivelarsi in futuro. Nota: 88/100

Don Melchor 2004 | 14,5% Alcool | 94% Cabernet Sauvignon e il 6% Cabernet Franc | 14 mesi in botti di rovere francese 70% del primo utilizzo e il 30% secondo utilizzo.

  • Eccellente in piena forma. Aroma intenso con note di agrumi (ciliegia), spezie e nero. Il palato è strutturato, elegante e potente. Conferma le note del naso. Molto equilibrato. Nota: 94/100

In grado di dimostrare in un momento quattro stagioni di Almaviva EPU è un privilegio, ancora di più le colture in produzione, come i primi due, nel 2000 e nel 2001 e gli ultimi due per la vendita sul mercato nel 2008 e nel 2009. Questa degustazione che è stato avviato con due vini argentini di Bodega y Cava Weinert 1980 e il 1983 ripetuto la loro grande qualità per la seconda volta nella ciotola. L'idea di tenere presente senza precedenti verticale nato da una conversazione con il grande di Rodrigo Mazzei Vino e Blog di viaggio , dove abbiamo completato rapidamente, mettendo la coppa, tre giorni dopo, con la presenza di alcuni altri amici, Rogério Baracho, Dulcino Tozi e Andrè Andrès a casa mia (Balcone Vivere la Vita).

Secondo vino Almaviva, UPC che nella loro lingua significa "numero due" è realizzato prevalentemente con uve Cabernet Sauvignon, Carmenère, nella regione di Puente Alto, Maipo Valley, zona centrale del Cile. Il vino è prodotto con uve provenienti dai nuovi vigneti, a 10 anni, che si trova in una terra diversa, nella Cordigliera delle Ande, il luogo dove il clima è molto simile al Médoc, Bordeaux, Francia. Secondo la guida Descorchados 2012, la differenza dal primo al secondo, è quello di utilizzare oltre al Cabernet Sauvignon e Carmenere sono inclusi Merlot e Cabernet Franc.

La Valle del Maipo, Puente Alto, è stato riconosciuto da più di vent'anni per le migliori condizioni per lo sviluppo di Cabernet Sauvignon, dove 85 ettari, caratterizzato da terreno roccioso, dove gli inverni sono freddi e piovosi e le estati sono stati caratterizzati da selezionato calore durante la notte e durante il giorno è fresco.

Più accessibile alla tasca e, a mio parere, meglio, più divertente del primo, TOP. Il raccolto corrente è venduto in Brasile dal negozio virtuale Wine.com.br , al prezzo di 190,00 dollari, meno della metà del primo. loro produzione media annua è di 24 mila bottiglie.

Ho avuto grandi difficoltà ad ottenere informazioni attendibili circa l'EPU. Suggerisci la cantina elaborare sito specifico, aiuterà molto chi vuole passare le informazioni corrette. Ad esempio, il sito parla di uve importazione da vecchi vigneti, e la Descorchados, parla di uve ... .mescla nuovi vigneti di uva e così via.

Valutazione delle annate 2000, 2001, 2008 e 2009 (la prima e l'ultima)

Almaviva EPU Safra 2000 - (prima produzione) - Cabernet Sauvignon, Carmenère - 14% - ST (92)

  • Visiva granata media intensità, limpido e brillante. Frutta dominano le note naso di eucalipto, mentolo, balsamico, guava e uno sfondo di spezie. Il palato ha mostrato fresco, di medio corpo, equilibrato tra acidità e alcol contenuto, tannini morbidi buona qualità. Il retrogusto conferma il naso, e con un lungo finale e piacevole.

Almaviva EPU Safra 2001 - Cabernet Sauvignon, Carmenère - 14% - ST (97)

  • Visiva rubino media intensità, limpido e brillante. Il naso era addormentato per quasi due ore, poi aprì e mostrò le stesse caratteristiche del 2000, eucalipto, mentolo, balsamico, guava, ma con minore intensità. Il palato untuosa, robusto, sottile, e legno molto ben posizionato. Tannini morbidi equilibrati, acidità succosa. Un nettare degli Dei !!!

Almaviva EPU Safra 2008 - Cabernet Sauvignon, Carmenère - 14% - ST (91+)

  • Ora le caratteristiche cambiano troppo, non appaiono più in aromi presenti nelle note alle annate 2000 e 2001, e sì, molto caramello, vaniglia, frutti rossi e neri. Al palato conferma il frutto, buon corpo, grasso, legno ben posizionato, equilibrato e molto lungo.

Almaviva EPU Vendemmia 2009 - Cabernet Sauvignon, Carmenère - 14,5% - ST (92)

  • Una stagione di più, e la differenza ancora una volta notato in stile. A differenza di prima, la stagione 2009 presenta un aroma predominante di frutti rossi, fresco, pulito, con legno interferendo meno nel carattere. Il palato ha mostrato evidenza di freschezza, una grande acidità, ha confermato la frutta rossa, ciliegia e ribes. La concentrazione di alcol e tannini sono più alti, ma la morbidezza continua, dimostrando grande talento. Il vino è pronto, ma non per gli intenditori di vino come me si è evoluto, non costa nulla avere pazienza.

Segui il Blog Vivere la vita su Twitter

Godetevi la pagina del blog Living Life su Facebook

Nella celebrazione del 1 ° anno del blog Living Life ha deciso di aprire un meraviglioso vino cileno Erasmus verticale nella regione di Maule, che contiene tutte le annate prodotte fino ad oggi. I vini erano in cantina in attesa di questo momento. Ho invitato amici che contribuiscono al funzionamento del blog, dando suggerimenti, mettendo a testare vini e incoraggiante. Vorrei ringraziare tutti coloro che non c'era quel primo anno di questo blog stato buono, in visita, commentando e l'invio di idee. Questa verticale è un brindisi a tutti voi.

Il ristorante prescelto era Shua, che ha ottima struttura, dando tutto il supporto per una degustazione come questa che richiedeva molte coppe e un servizio permanente e personalizzato. Tutto è andato bella forma, facilitando la prova di splendidi vini.

L'organizzazione del menu era incaricato di confratello Welington Andrade, che ha molta esperienza in degustazioni come questo.

Per aprire la degustazione è stata servita Laberinto 2007 Vino Descorchados che è venuto fuori con il miglior Sauvignon Blanc guida del 2010, con 94 punti, un progetto di Rafael Tirado, che inviare separatamente.

Erasmus 2001 - Cile - Maule - 60% Cabernet Sauvignon, 10% Cabernet Franc e 30% Merlot - ST (91) - 190,00

E 'stato il momento clou della serata è stato presentato visivamente poco evoluti, sapori complessi che vanno dal cedro, frutti rossi, leggera tostatura e il fumo. In bocca ha mostrato una caratteristica che spicca tra tutte le annate, ottima acidità, alcol integrata, evoluta tannini e di buona persistenza.

Erasmus 2002 - Cile - Maule - 60% Cabernet Sauvignon, 10% Cabernet Franc e 30% Merlot - 14,4% -ST (88) - 160.00

Visivo buio impenetrabile, pannello aroma unico che mostra lo smalto, vernici e cedro. Era potente in bocca, equilibrato, molto buona acidità e un lungo finale.

Erasmus 2003 - Cile - Maule - 60% Cabernet Sauvignon, 10% Cabernet Franc e 30% Merlot - 13,6% - ST (86) - 120,00

Visivo rosso rubino, profumo chiuso alla partenza, dopo aver aperto un aroma floreale e un leggero tempo di anice. In tannini dolci, bocca equilibrato, acidità e buona persistenza media.

Erasmus 2004 - Cile - Maule - 60% Cabernet Sauvignon, 10% Cabernet Franc e 30% Merlot - 14,1% - ST (92) - 99.00

Questo non era un consenso piaciuto alcuni altri non, nel mio caso mi è piaciuto molto, ho pensato abbastanza complesso nel dare fino a aromi minerali. La bocca era paffuto, piacevole, potente e un grande compagno per i piatti.

Erasmus 2005 - Cile - Maule - 60% Cabernet Sauvignon, 10% Cabernet Franc e 30% Merlot - 14,1% - ST (90 +) - 99.00

Molto piacevole, rosso rubino visiva, aromi di frutti rossi e spezie, con bel corpo, elegante, tannini vellutati, ottima acidità e un finale lungo, che si evolveranno bene.

Erasmus 2006 - Cile - Maule - 60% Cabernet Sauvignon, 10% Cabernet Franc e 30% Merlot - ST (91+) - 99.00

Logicamente primaria, la maggior parte con grande evoluzione qualità, è stata considerata la migliore miscela di Cile, come se non bastasse è stato anche votato come il secondo miglior vino in America Latina, Descorchados di Visual Guide 2010 rosso rubino, latticini e frutta rossa aromi, con la bocca morbido e piacevole, buona acidità, l'alcol non risulta che riassume tutte le qualità di un grande vino con piena futuro davanti.

Vini Totalmente gastronomiche .......

Oriental insalata di gamberetti - Laberinto SB 2007

Gnocchi ragù ragù di vino ed erbe

7 grano risotto

Angeli ala Cup

Planeta Moscato di Noto - Gorgonzola

Grazie a tutti

che erano con me in questo primo anno !!!